Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Registrati
La specie

Il concetto di specie può forse sembrare ovvio, ma in realtà si tratta di un tema piuttosto controverso.  Infatti, ad oggi non si è ancora arrivati ad un'unica definizione di specie. Esistono numerosi concetti di specie, che coincidono con i diversificati punti di vista dei vari settori scientifici. Qui mi limiterò ad esprimere i due concetti più adottati: il concetto morfologico e il concetto biologico.

Le specieSecondo il primo, la specie è un insieme di individui simili tra loro e distinguibili da altri per forma, colori, fisiologia e biochimica. 

Secondo il concetto biologico, la specie è un insieme di individui tra loro interfecondi che generano prole fertile. 

Il concetto morfologico è molto utile ai fini pratici per distinguere le specie, infatti è molto più facile riconoscere una specie in base alle caratteristiche morfologiche piuttosto che in base alla capacità o meno di generare prole fertile.  In realtà definire una specie è un problema complesso che spesso né il concetto biologico né quello morfologico da soli sono in grado di risolvere. Ad esempio esistono specie morfologicamente molto diverse tra loro ma interfeconde, e specie molto simili ma incapaci di incrociarsi. 

Le specie vengono identificate tramite un nome scientifico latino composto da due parole. Questo sistema è detto appunto binomiale ed è stato introdotto nel XVIII secolo dal naturalista svedese Carl Von Linnè (latinizzato in Linneo).

Osserviamo il nome scientifico di una specie, ad esempio Viola tricolor L., la viola del pensiero. 

Come si vede ci sono due nomi in latino e una "L." finale. 

Il primo nome indica il genere Viola (vedi anche tassonomia), che comprende molte specie di viola. Il nome del genere dev'essere sempre scritto con l'iniziale maiuscola. Il secondo nome è detto epiteto specifico e indica esattamente la specie del genere Viola alla quale ci riferiamo, tra le tante esistenti. 

Il nome scientifico va sempre scritto in corsivo, altrimenti sottolineato. 

Resta ancora da spiegare la "L." finale. Alla fine del nome scientifico si scrive l'abbreviazione del nome dell'Autore che ha scoperto e descritto la specie per la prima volta. In questo caso "L." indica Linneo. 

Ivo Rossetti - Sardegna Natura 09/01/2012

Torna su

X

Attenzione!

Gentile utente, i contenuti di questo sito web sono coperti da Copyright (vedi Politiche del sito). Per qualsiasi informazione contattaci utilizzando il nostro modulo contatti.