Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Registrati
Maschio di Enoplognatha

I ragni (Araneae Clerck, 1757) sono un ordine di Aracnidi. A dicembre 2013 si conoscono 112 famiglie che comprendono ben 44.540 specie. In Italia sono presenti 52 famiglie, 375 generi e oltre 1600 specie (Platnick, 2013).

Sono artropodi terrestri provvisti di cheliceri e hanno il corpo suddiviso in due segmenti, cefalotorace e opistosoma, e otto zampe. I due segmenti sono congiunti da un piccolo pedicello di forma cilindrica. Il celoma (cavità del mesoderma per il trasporto dei fluidi), pur essendo molto piccolo, come in tutti gli artropodi, consente il passaggio dell'emolinfa che ossigena e nutre i tessuti e rimuove i prodotti di scarto.

A sinistra, femmina di Argiope lobata. A destra, morfologia di un ragno: (1) quattro paia di zampe, (2) cefalotorace, (3) opistosoma

A sinistra, femmina di Argiope lobata. A destra, morfologia di un ragno: (1) quattro paia di zampe, (2) cefalotorace, (3) opistosoma

 

Caratteristiche di base della classe Arachnida i cui membri includono ragni, zecche e acariCaratteristiche di base della classe Arachnida i cui membri includono ragni, zecche e acari

 

Queste tavole mostrano le caratteristiche di base della classe Arachnida i cui membri includono ragni, zecche e acariQueste tavole mostrano le caratteristiche di base della classe Arachnida i cui membri includono ragni, zecche e acari


Avendo un'intestino così stretto, i ragni non possono mangiare alcun grumo di materiale solido, per quanto piccolo, perciò devono rendere liquido il loro cibo con vari enzimi digestivi e macinarlo finemente con l'apparato masticatorio per potersene nutrire.

Fa eccezione il sottordine più primitivo, quello dei Mesothelae, questi ragni hanno il sistema nervoso più centralizzato fra tutti gli Artropodi e, come questi, hanno i gangli fusi in una sola massa all'interno del cefalotorace.

Diversamente dalla maggior parte degli artropodi, i ragni sono privi di muscoli estensori nel loro corpo; i loro movimenti, sia delle zampe che del corpo sono ottenuti mediante variazioni di pressione del loro sistema idraulico.

Nella parte terminale dell'addome sono presenti le filiere che estrudono la seta, usata per avvolgere le prede e costruire le ragnatele.

La seta secreta dai ragni può essere considerata superiore a qualsiasi materiale sintetico finora elaborato per leggerezza, tenacia ed elasticità.

Femmina di Argiope bruennichi avvolge con la seta la preda appena catturata. Le occorrono pochi secondi per avvolgerla e immobilizzarla totalmenteFemmina di Argiope bruennichi avvolge con la seta la preda appena catturata. Le occorrono pochi secondi per avvolgerla e immobilizzarla totalmente

 

Testo, disegni e foto di Salvatore Canu

X

Attenzione!

Gentile utente, i contenuti di questo sito web sono coperti da Copyright (vedi Politiche del sito). Per qualsiasi informazione contattaci utilizzando il nostro modulo contatti.