• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fauna della Sardegna

Falco pescatore (Pandion haliaëtus)

Falco pescatore (Pandion haliaëtus)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nome comune

Falco pescatore

Nome scientifico

Pandion haliaëtus Linnaeus

Nomi sardi

Asturulìa marìna, àbila marìna, àchili de pisci, stori de pisci

Descrizione

Il Falco pescatore è un rapace dalle dimensioni medio-grandi (lunghezza di 45-65 cm e apertura alare di 145-170 cm). È facilmente riconoscibile per le parti superiori scure e quelle inferiori biancastre. La testa e la nuca sono bianche con macchie scure e l'iride è gialla. Dall'occhio si diparte una stria oculare marrone. Il becco è corto e robusto di colore nero. Le ali sono lunghe con l'estremità arrotondata e hanno una colorazione bruna superiormente e bianca inferiormente. Le zampe sono grigio-blu. Il piumaggio è impermeabile.
Non presenta un dimorfismo sessuale.

Biologia

Il nido viene costruito su isolotti rocciosi o nelle falesie costiere. La struttura è costituita di rami mentre l'interno è rivestito di Posidonia e altro materiale morbido. Molto spesso i nidi sono riutilizzati per le covate successive e quindi ampliati notevolmente fino a raggiungere anche i 2 metri di diametro. Vengono deposte 2-3 uova e durante tale periodo la femmina non si sposta dal nido ma viene alimentata dal maschio. Una volta nati, i giovani rimangono nel nido per circa due mesi e vengono alimentati dalla femmina con i pesci catturati dal maschio.
La dieta è costituita esclusivamente da pesci. La cattura, preceduta da una perlustrazione della superficie acquatica, avviene con un tuffo in picchiata durante il quale il falco pescatore distende gli artigli in avanti per prendere i pesci. 

Ambiente

Frequenta le zone dove è presente acqua e quindi laghi, fiumi, stagni e le zone costiere dove è più facile reperire il cibo.
Il falco pescatore è molto diffuso in tutta Europa dove nidifica nelle zone settentrionali, Francia e Corsica, Portogallo e isole Baleari. In Sardegna non nidifica più a partire dagli '60-70 ma è presente solamente come specie migratrice. Negli ultimi anni, però, grazie a progetti specifici, si sta cercando di indurre il falco pescatore a nidificare nuovamente nell'isola.

Curiosità

L'epiteto specifico haliaëtus deriva dal latino e significa "aquila pescatrice".

Falco pescatore (Pandion haliaëtus)

Falco pescatore (Pandion haliaëtus)

Falco pescatore (Pandion haliaëtus)

Fotografie di Edoardo Simula.

 

Classificazione scientifica

Regno: Animalia

Phylum: Chordata

Classe: Aves

Ordine: Accipitriformes

Famiglia: Pandionidae

Genere: Pandion Savigny

Specie: Pandion haliaëtus Linnaeus

 



logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2017 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. Tutti i diritti sono riservati.