• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fauna della Sardegna

Barbagianni (Tyto alba)

Barbagianni (Tyto alba)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nome comune

Barbagianni

Nome scientifico

Tyto alba Scopoli

Nomi sardi

Istrìa, stria, pucciòni de stria, pidzòni di strea

Descrizione

Il Barbagianni è un rapace notturno di medie dimensioni (lunghezza di 32-39 cm e apertura alare di 90-100 cm). Ha un piumaggio pallido che lo rende facilmente distinguibile dagli altri rapaci. La testa è provvista di un disco facciale a forma di cuore creato dalla disposizione di piume filiformi. Ha un piccolo becco ricurvo di colore giallo. I grandi occhi sono frontali e neri. Le parti superiori del corpo sono giallo-arancio nocciola con macchie bianche e grigie; le parti inferiori sono bianche. Le ali sono molto lunghe, sfumate di grigio chiaro superiormente e bianche inferiormente. La coda è corta e sfumata di grigio come le ali. Le zampe lunghe e i piedi, gialli con artigli, sono coperti da piume bianche.
La femmina rimane poco più piccola del maschio.

Biologia

Il Barbagianni nidifica in tutte le zone non superiori ai 1000 m di altitudine. Non realizza un nido ma depone le uova, 4-7, nelle cavità degli alberi o in vecchie case abbandonate.
La sua alimentazione è basata principalmente su piccoli topolini ma anche piccoli uccelli, donnole, pipistrelli.
È possibile riconoscere la sua presenza durante notte per il verso caratteristico, un soffio aspirato, differente dagli altri rapaci.

Ambiente

Frequenta le zone calde e temperate di tutto il mondo. In Europa è presente nelle zone centrali e occidentali e fino all'Africa settentrionale. Le popolazioni più a nord si spostano al sud durante la stagione più fredda.
In Sardegna è presente una popolazione residente di circa mille coppie.
Spesso lo si ritrova nelle zone rurali dove ama stare nelle vecchie case e ruderi abbandonati.

Curiosità

L'epiteto specifico alba deriva dal latino e significa bianco, in relazione al colore biancastro delle parti inferiori del corpo.
Ha un udito straordinario: è infatti capace di riconoscere la direzione esatta di provenienza di un rumore.
È il più comune dei rapaci presenti in Sardegna.

 

Fotografia di Mauro Sanna.

 

Classificazione scientifica

Regno: Animalia

Phylum: Chordata

Classe: Aves

Ordine: Strigiformes

Famiglia: Tytonidae

Genere: Tyto Billberg

Specie: Tyto alba Scopoli

 



logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2017 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. Tutti i diritti sono riservati.