• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fauna della Sardegna

Gabbiano reale zampegialle (Larus michahellis)

Gabbiano reale zampegialle (Larus michahellis)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nome comune

Gabbiano reale zampegialle

Nome scientifico

Larus michahellis Naumann

Nomi sardi

Colvu de mare, colvu marìnu, gabbiànu, pudzòne de mare, cau marìnu, gavìa

Descrizione

Il Gabbiano reale zampegialle è un uccello dalle dimensioni medio-grandi (lunghezza di 52-60 cm e apertura alare di 120-140 cm). L'individuo adulto, durante il periodo riproduttivo, ha la testa e il collo bianchi. Ha il becco ricurvo e giallo con una caratteristica macchia rossa nella mascella. L'iride è giallo con un anello perioculare rosa-rosso. Le ali sono grigio scuro con gli apici neri nella parte superiore e biancastre in quella inferiore. Il resto del corpo è bianco. Le zampe, palmate, sono gialle come indica anche il nome comune.
Gli individui giovani sono brunastri con sfumature scure sulle ali. Il becco e le zampe sono grigiastri. Il colore definitivo  viene raggiunto al quarto anno.

Biologia

Il gabbiano reale zampegialle è una specie coloniale. Il posto della nidificazione viene scelto dal maschio con molta cura e secondo rituali specifici nei quali si verificano delle vere e proprie minacce nei confronti degli altri maschi della colonia. Una volta formata la coppia, il maschio afferra ripetutamente l'ala della femmina con il becco per portarla nel nido. Il nido viene costruito con materiale vegetale tra cui erba, rami e Posidonia in anfratti della roccia o su isolotti, nel quale depone 2-3 uova. Il nido può essere anche solamente una buca scavata nel terreno quando la nidificazione avviene in zone umide. Le uova si schiudono dopo circa un mese e i pulcini, per il primo periodo, vengono nutriti dal genitore maschio. Dopo un mese e mezzo i pulcini lasciano il nido.
L'alimentazione varia in relazione alle zone che frequenta ed è basata su rifiuti organici prodotti dall'uomo, pesci, crostacei, roditori, vermi, insetti e uova di altri uccelli. Dopo la digestione emette un bolo alimentare, chiamato "borra", costituito da materiale organico non assimilabile.
Ha un forte grado di adattamento e convive perfettamente con l'uomo. Segue le barche che entrano o escono dai porti per qualsiasi cosa venga gettata in mare. La sua presenza nei campi coltivati è da attribuirsi al fatto che si alimenta di insetti e vermi che vengono portati alla luce con le arature o dei semi che vengono piantati dagli agricoltori.

Ambiente

Frequenta le zone costiere compresi i centri urbani ma anche zone umide, fiumi, laghi e le zone interne per la ricerca del cibo.
È presente in tutto il bacino del Mediterraneo ma si può spingere anche verso l'interno. La popolazione della Sardegna è sedentaria con circa 10.000 coppie dislocate tra falesie marine, piccoli isolotti e zone umide.

Curiosità

Il genere Larus è il nome latino dei gabbiani; l'epiteto specifico michahellis è in onore dello studioso Michahelles.
Il gabbiano reale zampegialle sostituisce nel bacino del Mediterraneo il gabbiano reale nordico con il quale di assomiglia molto tranne che per alcune differenze nelle dimensioni e nella colorazione.

gabbiano reale larus michahellis prmo piano 2

Fotografie di Mauro Sanna

 

Classificazione scientifica

Regno: Animalia

Phylum: Chordata

Classe: Aves

Ordine: Charadriiformes

Famiglia: Laridae

Genere: Larus Linnaeus

Specie: Larus michahellis Naumann

 



logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2017 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. Tutti i diritti sono riservati.