Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Registrati

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pettirosso (Erithacus rubecula)

Nome comune

Pettirosso

Nome scientifico

Erithacus rubecula Linnaeus

Nomi sardi

Pittirùggiu, pettorrirùiu, princiòttu, groddho, iscàrgiu orrùbiu, grisu, scràxiu arrùbiu, fra baìnzu

Descrizione

Il Pettirosso è un uccello passeriforme di piccole dimensioni (lunghezza di 13-14 cm a apertura alare di 22-24 cm) facilmente identificabile grazie al colore rosso-arancio del petto, mento e gola. L'individuo adulto ha la testa color verde oliva che tende a sfumare di grigio; il becco è piccolo e scuro e gli occhi hanno l'iride bruno-scuro. Le parti superiori del corpo e le ali sono verde oliva scuro; mentre quelle inferiori, escludendo il petto rossiccio, sono bianche-grigiastre. La coda, lunga e squadrata, è scura. Le zampe sono scure. L'individuo giovane ha una colorazione generalmente brunastra. In tutto il corpo presenta delle macchie chiare a scure che gli conferiscono un aspetto maculato. Il petto, invece che rosso-arancio è castano chiaro.
Il pettirosso non presenta un dimorfismo sessuale.

Biologia

Il Pettirosso è un uccello che ama stare in solitario. Il maschio è molto combattivo e aggressivo quando sceglie il territorio, e dopo che si forma la coppia anche la femmina lo diventa.
Costruisce il nido all'interno di cespugli o di cavità degli alberi nel quale depone 5-6 uova. L'incubazione viene effettuata dalla femmina. Una volta nati, i pulli vengono alimentati da entrambi i genitori.

Ambiente

Il pettirosso frequenta sia le pianure che le montagne e predilige le foreste di conifere, ma lo si può vedere anche tra la macchia mediterranea e zone con molti cespugli che gli consentono di nascondersi.
Nidifica in tutta l'Europa tranne che nell'Islanda. La popolazione presente in Sardegna è sedentaria e nidificante, alla quale si aggiungono altri individui provenienti dalle zone settentrionali per svernare.

Curiosità

Il genere Erithacus che alcuni studiosi lo avevano dato al pettirosso confondendolo con un altro uccello; rubecula deriva dal latino ruber che significa rosso in relazione al colore del petto.

 

Fotografia di Mauro Sanna.

 

Classificazione scientifica

Regno: Animalia

Phylum: Chordata

Classe: Aves

Ordine: Passeriformes

Famiglia: Muscicapidae

Genere: Erithacus Cuvier

Specie: Erithacus rubecula Linnaeus

 

X

Attenzione!

Gentile utente, i contenuti di questo sito web sono coperti da Copyright (vedi Politiche del sito). Per qualsiasi informazione contattaci utilizzando il nostro modulo contatti.