• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fauna della Sardegna

Rana esculenta (Rana klepton esculenta)

Rana esculenta (Rana klepton esculenta)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nome comune

Rana esculenta

Nome scientifico

Rana klepton esculenta Linnaeus

Descrizione

La Rana esculenta è una rana verde a diffusione europea, ma alloctona in Sardegna, dove fu probabilmente introdotta a partire dalla fine del XIX secolo.
È stato accertato che Rana esculenta è un ibrido derivato dall'incrocio tra Rana lessonae (rana di Lessona) e Rana ridibunda (rana ridibonda). Tuttavia, a differenza della stragrande maggioranza degli ibridi, che non sono fertili, la rana esculenta è un ibrido fertile, capace di generare prole fertile quando si incrocia con una delle due specie parentali. Per questo motivo la rana esculenta non è una vera specie, ma afferisce ad una particolare categoria sistematica chiamata "klepton", ovvero un ibrido che per riprodursi necessita dei gameti di una vera specie.
Nella rana esculenta si manifesta il fenomeno chiamato "esuberanza dell'ibrido", nel quale sono visibili caratteri intermedi tra le due specie parentali e una maggiore resistenza e capacità di adattamento.
L'identificazione delle tre specie è assai difficoltosa e anche in natura il loro riconoscimento è difficile anche per gli esperti. Per tali ragioni provvederemo a descriverle tutte.
La forma del corpo è tozza e hanno una colorazione generalmente verde che può essere più o meno scura o opaca o più tendente al verde oliva o al giallo con delle macchie più scure che si fondono tra di loro. Sul dorso è presente una linea mediana chiara che parte dal muso. La pelle presenta dei tubercoli. Le parti inferiori sono chiare. L'iride dell'occhio è giallastra.
L'individuo maschio ha due sacche vocali che a seconda del colore possono permettere l'identificazione della specie: bianco per la rana di Lessona, nero per la rana ridibonda e grigio per la rana esculenta. Gli arti posteriori hanno le dita palmate a differenza di quelli anteriori. Solitamente durante il periodo nuzianale il maschio ha un colorazione verde-giallo brillante senza le macchie scure.

Rana esculenta (Rana klepton esculenta)

Biologia

Il periodo riproduttivo inizia in aprile-giugno ma forse in Sardegna anche prima. Durante tale periodo il maschio gonfia le sacche vocali e inizia ad emettere il verso caratteristico per richiamare le femmine. L'accoppiamento avviene nell'acqua e può durare da un giorno fino a due settimane. Le uova fecondate vengono attaccate alla piante sommerse dalla femmina. Si schiudono dopo circa 15-30 giorni. La metamorfosi dei girini termina dopo 3-4 mesi.
I dati riguardanti l'etologia di queste specie sono riferite a studi effettuati nell'Italia peninsulare. Pertanto, si suppone che in Sardegna i comportamenti siano leggermente differenti come per esempio l'inizio del periodo di letargo sicuramente ritardato per le temperature più miti.
La sua alimentazione è costituita da piccoli pesci, girini, artropodi e insetti che reperiscono sul terreno o sulla superficie dell'acqua. Ha una vista molto acuta che le permette di vedere le prede anche da molto lontano e sott'acqua.
Se si ritrovano in una situazione di pericolo fanno un salto lungo fino a 2 m per nascondersi tra la vegetazione.
Possono vivere in natura fino a cinque anni.

Ambiente

Vivono lungo ruscelli, zone umide o laghetti di acqua dolce dove sia presente una vegetazione fitta. La rana di Lessona può allontanarsi anche di 2-3 km dal luogo umido a differenza della ridibonda che invece vi rimane costantemente; la rana esculenta, invece, ha un comportamento intermedio.
Si trova nel centro Europa e Russia (confine meridionale il Mar Caspio). Nel continente europeo non è presente in Spagna, Grecia, Balcani, Inghilterra e i paesi africani affacciati sul Mediterraneo.
In Italia è maggiormente diffusa la Rana di Lessona nel settentrione. Nel resto del territorio invece sono presenti tutte le specie.
In Sardegna è presente, come specie alloctona, la rana esculenta anche se poco diffusa e con areali frammentati. Recentemente, in attesa di conferma, è stata ritrovata una rana verde lungo il rio Cixerri che sarebbe riferibile alla rana ridibonda.

Curiosità

L'epiteto specifico esculenta deriva dal latino e significa mangereccia.
La rana esculenta fu introdotta in Sardegna in più tempi tra la fine del 1800 e il 1960.
Nel centro-nord Italia, data l'abbondanza, le rane verdi sono state utilizzate come fonte di cibo per la sua carne tenera e saporita. In Sardegna questa consuetudine non è mai stata presa in considerazione per la scarsità di individui e la sua poca diffusione.

 

Fotografie di Mauro Sanna.

 

Classificazione scientifica

Regno: Animalia

Phylum: Chordata

Classe: Amphibia

Ordine: Anura

Famiglia: Ranidae

Genere: Rana Linnaeus

Specie: Rana klepton esculenta Linnaeus, Rana lessonae Camerano, Rana ridibunda Pallas

 



logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2017 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. Tutti i diritti sono riservati.