Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Registrati

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Calamaria velata (Isoëtes velata subsp. tegulensis)

Nome comune

Calamaria velata

Nome scientifico

Isoëtes velata A. Braun subsp. velata

Descrizione

La calamaria velata è una pteridofita perenne erbacea, anfibia, con foglie filiformi lunghe fino a 30 cm, membranose nella porzione inferiore. Alla base le foglie si slargano in guaine sporangifere con una ligula lanceolata. Gli sporangi presenti alla base fogliare producono macrospore di 4-500 micron, bianche, tubercolate, emisferiche in una metà e trigone nell'altra metà per la presenza di coste rilevate. Microspore brune di 26-33 micron con superficie spinulosa.

Ambiente

La calamaria velata cresce in prati umidi e stagni temporanei mediterranei, e comunque in ambienti soggetti a sommersione stagionale con acque oligotrofiche.

Fioritura

Marzo - Maggio

Curiosità

Le calamarie rappresentano un particolare tipo di pteridofite di ambienti palustri che si affermarono nei periodi in cui sulla Terra erano particolarmente diffusi gli acquitrini. Oggi sono piante poco diffuse e relegate ad aree stagnali a sommersione stagionale (stagni temporanei mediterranei e prati umidi).

 

Classificazione scientifica

Regno: Plantae

Divisione: Lycophyta

Classe: Isoëtopsida

Ordine: Isoëtales

Famiglia: Isoëtaceae

Genere: Isoëtes L.

Specie: Isoëtes velata A. Braun

Sottospecie: Isoëtes velata A. Braun subsp. velata

Sinonimi: Isoëtes velata A. Braun

 

Nuovo SardegnaNatura - 01 ottobre

X

Attenzione!

Gentile utente, i contenuti di questo sito web sono coperti da Copyright (vedi Politiche del sito). Per qualsiasi informazione contattaci utilizzando il nostro modulo contatti.