• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Schede della flora

Ofride ape (Ophrys apifera)

Ofride ape (Ophrys apifera)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nome comune

Ofride ape 

Nome scientifico

Ophrys apifera Hudson 

Nome sardo:

Apixedda

Descrizione:

L'ofride ape (Ophrys apifera) è una pianta erbacea perenne alta fra i 15 e i 50 cm.

Le foglie basali sono ovato-lanceolate od oblungo-lanceolate, le superiori più piccole e avvolgenti il fusto.

Ophrys apifera, pianta e fioreOphrys apifera, pianta e fiore

L'infiorescenza porta da 3 a 15 fiori distanziati fra loro. Le brattee fiorali sono ovato-lanceolate e molto più lunghe dell'ovario. I tepali esterni sono grandi, ovato-oblunghi con apice ottuso, i laterali divergenti, quello superiore eretto o riflesso all'indietro. Il colore può andare dal bianco al rosa-violaceo. I tepali interni sono ridotti a due piccole appendici lineari, tronche all'apice, pubescenti, di colore bianco, rosa o verdastro. Il labello è trilobo con lobi laterali formanti due gibbe pronunciate triangolari villose. Il lobo mediano è bombato e villoso nella parte apicale dove è presente un'appendice triangolare verde. Il colore del labello è marrone e rossiccio con disegni gialli o verdastri. Il ginostemio è pronunciato, a forma di S con rostro rivolto in avanti. 

Note: In Sardegna sono presenti anche O. apifera var. bicolor e O. apifera var. fulvofusca Grasso et Scrugli. La prima presenta labello giallo con la metà apicale bruna, la seconda si presenta con labello completamente bruno, leggermente più piccolo e con appendice apicale larga.

Ophrys apiferaOphrys apifera

Ambiente

Pascoli, incolti, garighe, macchie, radure dei boschi fino a 1400 metri d'altitudine, su diversi substrati. 

Fioritura

aprile - giugno 

Curiosità

Ophrys apifera è una specie a distribuzione Mediterraneo-Atlantica. In Italia è diffusa in tutte le Regioni. In Sardegna è abbastanza comune.

Ophrys apifera ricorre spesso alla strategia di autoimpollinazione. Se il fiore non viene visitato entro poche ore dall'antesi, le caudicole si ripiegano e portano le sacche polliniche a diretto contatto con lo stimma. Infatti è abbastanza frequente osservare fiori con le sacche polliniche già all'esterno del ginostemio.

L'epiteto specifico apifera deriva dal latino apis (ape) e fero (porto), col significato di ofride portatrice di api, per la forma e il colore del labello.Ophrys apifera apocromaticaOphrys apifera apocromatica

 

Classificazione scientifica

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Orchidales

Famiglia: Orchidaceae

Genere: Ophrys L.

Specie: Ophrys apifera Hudson

Sinonimi: Ophrys arachnites Miller

Testo e foto di Ivo Rossetti

 



logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2017 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. Tutti i diritti sono riservati.