Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Registrati

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Amblyocarenum nuragicus. Una nuova specie di ragno endemico della Sardegna

Una nuova specie sarda consegnata alla scienza. Si chiama Amblyocarenum nuragicus, in onore della Civiltà Nuragica, e si tratta di un ragno "botola" di grosse dimensioni endemico della Sardegna.

Sebbene la specie sia diffusa in buona parte dell'isola, la scoperta si deve all'osservazione del fotografo naturalista Marco Colombo, che lo ha scoperto nel 2007 nell'area naturale protetta di Porto Conte. Ci sono voluti, però, sette anni di osservazioni, fotografie e analisi comparative con esemplari simili conservati nei musei ed università d'Europa, per stabilire che si trattava di una nuova specie.

I risultati della ricerca, condotta da Marco Colombo, dal ricercatore dell'Università di Sassari Bruno Manunza e da Arthur Decae del Museo di Storia Naturale di Rotterdam, sono stati pubblicati sulla rivista Arachnology della Società Aracnologica Britannica (Decae, A., Colombo, M. & B. Manunza. 2014. Species diversity in the supposedly monotypic genus Amblyocarenum Simon, 1892, with the description of a new species from Sardinia (Araneae, Mygalomorphae, Cyrtaucheniidae). Arachnology, 16(6): 228-240).

La scoperta della nuova specie ha contribuito, aggiungendo nuovo materiale al preesistente, ad una revisione della sistematica, con la separazione dei due generi Cyrtauchenius e Amblyocarenum, prima considerati sinonimi. Tali risultati sono stati pubblicati in un altro lavoro di Decae e Bosmans (2014).

La femmina di A. nuragicus può raggiungere i 25 mm di lunghezza, mentre il maschio raggiunge i 17 mm circa. Il corpo è nero e ricoperto di una peluria che conferisce al corpo un aspetto vellutato. Come tutti i ragni botola, A. nuragicus, scava la propria tana nel terreno foderandola con la tela e chiudendola con una botola di tela e terra ben mimetizzata. Attende le sue prede immobile dietro la botola, afferrandole con uno scatto fulmineo non appena passano a tiro.

A. nuragicus, malgrado le dimensioni, non è pericoloso per l'uomo.

Testo di Ivo Rossetti, fotografia di Marco Colombo

 

Approfondimenti: Ragno botola nuragico (Amblyocarenum nuragicus) scheda descrittiva. 

X

Attenzione!

Gentile utente, i contenuti di questo sito web sono coperti da Copyright (vedi Politiche del sito). Per qualsiasi informazione contattaci utilizzando il nostro modulo contatti.