Musei della Sardegna

Civico Museo Archeologico e Paleobotanico di Perfugas

Civico Museo Archeologico e Paleobotanico di Perfugas

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
contentmap_plugin

Il Civico Museo Archeologico e Paleobotanico di Perfugas, inaugurato nel 1988, raccoglie le testimonianze archeologiche e paleobotaniche dell’Anglona e si suddivide in 5 sale:

Prima sala:

  • Sezione paleobotanica: espone un campionario di fossili vegetali provenienti dalla Foresta pietrificata dell’Anglona, una foresta fossile estesa per oltre 300 Km2 nella valle del Rio Altana. La formazione risale a circa 30-15 milioni di anni fa, quando l’attività vulcanica in atto nella zona e i fenomeni idrotermali distrussero le antiche foreste i cui tronchi, immersi nei bacini lacustri, subirono un processo di fossilizzazione attraverso la sostituzione della lignina con i minerali di silice.
  • Sezione paleolitica: espone i manufatti in pietra provenienti dagli insediamenti umani dell’Anglona, i più antichi conosciuti sinora in Sardegna, e quindi corrispondenti ai primi insediamenti dell’uomo nell’isola, datati al Paleolitico inferiore (400.000-120.000 anni fa). I materiali sono costituiti per lo più da lame, raschiatoi e denticolati. La materia prima utilizzata è la selce.

Seconda sala:

  • Sezione mesolitica: espone i manufatti rinvenuti durante le numerose campagne di scavo avvenute tra il 1996 e il 2006 in un sito individuato in Sardegna nella grotta Su Coloru di Laerru. I manufatti sono costituiti da strumenti in pietra molto piccoli denominati Microliti. Questi venivano immanicati e utilizzati per la pesca.
  • Sezione neolitica ed eneolitica: presenta materiali in ceramica e in pietra, tra i quali spicca per le sue caratteristiche, la statuina di Dea Madre con Bambino, riferibile al neolitico Medio (4.000-3.500 a.C.). Ben rappresentata è la Cultura di Ozieri (3.500-2.700 a.C.), una delle più significative della Sardegna del Neolitico, con esempi di ceramica finemente decorata e dipinta.

Terza sala:

  • Sezione nuragica: presenta oggetti che testimoniano la cultura materiale della Civiltà Nuragica (1800-238 a.C.), in particolare ceramiche rappresentate da vasellame di varie forme e oggetti in bronzo rappresentati da pugnali, fibule e bracciali provenienti dai numerosi nuraghi e alcune Tombe di Giganti del territorio.

Quarta Sala:

  • Focus dell’acqua e del sacro: questa sezione è dedicata alle strutture architettoniche anglonesi della tarda età nuragica come lo splendido pozzo sacro in calcare bianco del Predio Canopoli, ubicato nel centro urbano di Perfugas, la fonte sacra di Niedda, inserita nell’agro di Perfugas e il meraviglioso pozzo Irru di Nulvi.
  • Sezione classica: questa sezione include i reperti che testimoniano gli intensi rapporti commerciali con le popolazioni Fenicio-Puniche e Romane durante il periodo del tardo nuragico.

Quinta sala:

  • Sezione medioevale: l’Età Medioevale è documentata da maioliche provenienti dalle Chiese di Perfugas e dei vicini Comuni di Chiaramonti e Martis.
  • Il territorio, l’uomo, la memoria: l’ultima sezione del MAP ospita la mostra permanente dedicata ai ritrovamenti e al lavoro che, dal 1978, la sede operativa della soprintendenza archeologica, dislocata a Perfugas, ha svolto in Anglona. Ogni vetrina è allestita secondo un ordine topografico. Sono presenti vetrine dedicate a 13 comuni del Territorio.

Coordinate: 40° 50' 5.30" N - 08° 53' 16.16" E

Comune: Perfugas

museo paleobotanico perfugas2

 

Visita al Civico Museo Archeologico e Paleobotanico

Attività che puoi fare qui

Visite guidate
 

Ottobre-maggio: Mattina: 09:00-13:00 / Pomeriggio:15:00-19:00
Giugno-settembre: Mattina: 09:00-13:00 / Pomeriggio:16:00-20:00
Lunedì chiuso (Apribile su prenotazione)

Presso il museo si svolgono attività didattiche rivolte a scolaresche e gruppi di ragazzi. Queste attività comprendono lo scavo simulato, la scheggiatura della pietra e l’accensione del fuoco, arte paleolitica, tiro con l’arco, manipolazione dell’argilla, il restauro, la tessitura e la macinatura del grano con realizzazione del pane.

Info Società Sa Rundine

Via Roma 20 – 07034 Perfugas (SS)CooperAttivamente
Tel/Fax 079 564241 - Cell 349 7777103
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Profilo facebook: MAP Perfugas
Sito web: www.sarundine.com

Testo e fotografie di Società Sa Rundine Perfugas

 


Vuoi contribuire al progetto Sardegna Natura?

logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2018 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. P.IVA 03757660927. Tutti i diritti sono riservati.